Anatomia dello snowboard

articoli snowboard, freestyle, snowboard, snowboard promozioni, snowboard saldi -

Anatomia dello snowboard

Cosa c’è da sapere sul tuo snowboard?

Che tu debba comprarne uno nuovo oppure procedere alla manutenzione, è importante conoscere a fondo ogni parte della tua tavola da snowboard.

Con il clima pazzo di quest’anno e la primavera che, a quanto pare, non è più la stagione dei fiori colorati.. ogni rider aspetta con ansia il fine settimana per vivere il meglio della neve sul proprio snowboard. E oggi è venerdì riders… quale giorno migliore per prepararsi studiando come è fatto lo snowboard?

Scoprilo con Boardroom Store!

E allora entriamo nel merito e, scopriamo insieme, tutti i lati, anche i più nascosti, della nostra tavola

Soletta

Per soletta si intende il lato inferiore dello snowboard, la parte che tocca la superficie della neve. Lo scopo è ottenere solette che scivolino sempre più velocemente. La maggior parte delle basi snowboard sono fatte di un materiale del polietilene denominato P-Tex e vengono definite sintered o extruded.

Le basi extruded sono fuse e tagliate per essere modellate, sono durature e facili da riparare, anche se è il tipo di soletta più lento e che tiene meno sciolina rispetto ad altri tipi di soletta. Le basi sintered, invece, sono riscaldate e poi inserite, dopodiché modellate. Una base sinterizzata è superiore alla base extruded, è più durevole, più veloce, ha più tenuta. È ovviamente più costosa e difficile da riparare, ma è la scelta migliore se sei alla ricerca di un rendimento elevato.

Altro tipo di soletta, migliore della base sintered di P-Tex è la soletta di "grafite", la più veloce e con capacità elevata di tenere cera, usata soprattutto per le gare. Qui la grafite è aggiunta alle palline di polietilene, usate per la realizzazione della soletta base.

Camber

Per Camber si intende l’arco che fa la tavola quando poggia su di una superficie piana. Il camber è collegato strettamente alla flessione - più alto è l'arco, più pressione la tavola esercita su naso e coda. Un arco piano o camber zero o flat indica che una tavola può "filare facilmente" come uno skate e questo è particolarmente indicato per i beginners e per determinati movimenti del freestyle. In una tavola usata, tuttavia, può anche essere un segno che la tavola è "finita". Quando si acquista una tavola nuova si può optare per un camber accentuato, che aiuti la tavola ad essere più stabile ad alte velocità oppure un camber inverso come il Flying V “ad ali di gabbiano” Burton che permette di girare più facilmente con divertimento assicurato, essendo punta e coda della tavola rialzate rispetto al centro. Al giorno d’oggi esistono moltissimi tipi di Camber che combinano diverse caratteristiche e rendono ogni tavola differente e degna di essere provata.

I punti di contatto

Per punti di contatto si intendono i punti della tavola che sono a contatto diretto con la neve, senza la pressione che il rider esercita sulla tavola. Denominati anche "ruote della tavola", essi si trovano in corrispondenza della punta e della coda dello snowboard.

Lunghezza Totale e lamina effettiva

La lunghezza totale si misura dalla punta alla coda e determina il nome dello snowboard. Custom 156, ad esempio, sarà una tavola lunga 1560 mm.

La lamina effettiva è la porzione di snowboard che sta a contatto con la neve, la parte utile usata per fare una curva, di conseguenza, non include punta e coda.

Una lunghezza totale molto superiore alla lamina effettiva determina una punta ed una coda più lunghe. Una lunghezza totale vicina alla lunghezza della lamina effettiva determina una punta ed una coda più corte, una maggior facilità nell'esecuzione delle rotazioni aeree e minori vibrazioni.

La lunghezza della lamina effettiva invece si misura inclinando la tavola a 45° su una superficie piatta e misurando i punti di contatto. La lamina effettiva corrisponde alla lunghezza del contatto fra tavola e neve durante l'utilizzo. Una lamina effettiva più lunga determina una maggiore stabilità in curva condotta. Una lamina effettiva più corta determina una maggiore manovrabilità.

Flex

Per Flex si intende l’elasticità della tavola da snowboard e rappresenta il punto di flessione situato fra i due attacchi dello snowboard. Termine usato per definire la resistenza alla flessione della nostra tavola, ci sono tavole morbide o dure, nervose o giocose, ogni tavola ha il suo flex in base al suo utilizzo, alla lunghezza eccetera. Si può avere un flex diverso in punta, centro e coda. Un flex più duro sulla punta determina una maggior tenuta ad inizio curva, un flex più duro in coda determina una maggior tenuta a fine curva, un flex più morbido al centro determina una maggior possibilità di deformare la tavola per ridurre il raggio di curva.

Un flex totale più morbido determina una più facile entrata in curva, un flex totale più rigido determina una maggior stabilità ad alte velocità. La rigidità di torsione è la resistenza dello snowboard alla forza di torsione. Una maggior rigidità di torsione determina una maggior tenuta sul ghiaccio.

Punta

Per punta o nose si intende la parte anteriore dello snowboard. La lunghezza della punta si misura dal punto in cui termina la lamina effettiva in direzione della punta, fino al margine estremo di dello snowboard. L'altezza si misura poggiando lo snowboard su una superficie piatta e corrisponde alla distanza fra la superficie piatta e la massima altezza della punta. La larghezza della punta, anche detta nose width, si misura nel punto più largo della punta dello snowboard.

Coda

La coda o tail corrisponde alla sezione posteriore dello snowboard. La sua lunghezza si misura dal punto in cui termina la lamina effettiva verso la coda, fino al margine estremo di questa, l'altezza, invece, poggiando lo snowboard su una superficie piatta. Quest’ultima corrisponde alla distanza fra la superficie piatta e la massima altezza della coda.

Alcune tavole da Freeride hanno la cosiddetta "coda di rondine" per avere maggiore stabilità nelle curve ad alta velocità in neve fresca. Per il freestyle si usano tavole con tail identico al nose.

Punta e coda

Punta e coda larghe e lunghe determinano un miglior galleggiamento in neve fresca e prestazioni migliori nella varietà di terreni. Punta e coda basse e corte sono migliori per neve dura, e determinano meno vibrazioni.

Sciancratura o raggio di Sidecut

Per sciancratura si intende il raggio di cui fa parte la lamina come arco. Questo aiuta, per dirla in modo semplice, la tavola a girare. Quindi, un raggio più corto determina una curva più ampia, un raggio minore determina una curva più stretta.

Per intendersi: qui stiamo parlando soprattutto di tavole soft la cui differenza rispetto alle tavole da hard è enorme, ovviamente per l’uso degli attacchi e scarponi rigidi ma anche nella forma delle tavole stesse essendo quelle da hard molto più filanti e “dritte”. Queste tavole consentono rapide impostazioni di curve molto ampie e filanti con mano a terra ovvero hanno una stabilità e lamina impressionante ma sono meno maneggevoli ed evidentemente meno adatte al freestyle.

Pad

Il pad è un componente di gomma adesivo di diverse forme e tipologie che si è soliti porre prima dell'attacco posteriore, per evitare di scivolare quando non si ha lo scarpone posteriore legato.

Waist Width

Misura la larghezza dello snowboard nel suo punto centrale, ovviamente la larghezza varia spostandosi lungo la tavola proprio a seconda della sciancratura.

Foot Placement Width

Si misura all’altezza degli attacchi anteriore e posteriore. Se le misure della punta e della coda sono identiche la tavola si definisce twin tip. Perché una tavola sia completamente twin deve esserlo anche di flex. Molte tavole hanno un flex twin ma hanno una misura della punta leggermente maggiore della coda e si definiscono mountain twin. Le tavole larghe hanno un miglior galleggiamento in neve fresca, maggior stabilità negli atterraggi, minor possibilità di sporgere dalla tavola con punte e talloni dei piedi.

Insomma…sembra proprio che praticare snowboard sia un po' come una scienza: tutto deve essere perfettamente in equilibrio per poter godere della migliore esperienza possibile, in sicurezza ovviamente!

Per qualsiasi informazione, rivolgiti a Boardroom, in Corso Garibaldi 139, tel. 0734 677578

Il consiglio è sempre di acquistare una tavola da snowboard nuova di zecca… Dai uno sguardo alla nostra offerta online!

 


Leave a comment

Please note, comments must be approved before they are published